logo-classe-1983
Comitato Festeggiamenti Sant'Eutizio Martire
Soriano nel Cimino

Chiesa di Sant'Eutizio

Imponente sulla sommità del borgo

Sulla sommità di piazza fontana vecchia si erge imponente la chiesa di Sant’Eutizio. Essa è stata il primo duomo di Soriano. La struttura, edificata all’interno del borgo cittadino, ha origini medievali delle quali si possono osservare le tracce lungo le mura perimetrali e nell’abside. Nel periodo rinascimentale subì profonde modifiche anche se l’aspetto odierno è opera della famiglia Albani come sancito dallo stemma posto sopra al finestrone centrale della facciata.

All’esterno possono essere ammirati: la scalinata, che conduce al portone principale interamente realizzato in legno, i pilastri, i capitelli, il timpano e il finestrone, tutti ricchi di elementi architettonici in peperino a contrasto con le mura chiare della chiesa.

L’interno della chiesa si apre imponente con stucchi chiari e mura dipinte di giallo. La navata è separata dall’abside da un’importante balaustra in marmo. L’altare maggiore è decorato nella parte anteriore da intarsi marmorei di colore giallo e nero. Al di sopra il tabernacolo è un bellissimo esempio di scultura barocca. Sotto l’altare maggiore si trovano in una teca argentata le ossa di San Vincenzo martire, donate dal papa Innocenzo X nel 1653.

Sullo sfondo dell’altare in una cornice di marmi colorati appare un dipinto del 1861 raffigurante il martirio di Sant’Eutizio. Sopra il dipinto, al centro della scultura marmorea, appare una colomba che vola tra le nubi diffondendo la luce divina ammirata da un gruppo di piccoli angeli. Nella parte opposta all’altare troviamo la cantoria illuminata dal finestrone posteriore. L’organo di origine seicentesca è stato ristrutturato nel 1990.

Ricca di sculture in marmo
In tutta la chiesa troviamo dipinti e statue raffiguranti varie divinità, ma, oltre l’altare marmoreo principale, l’opera più pregiata è sicuramente l’oliario in marmo situato alla sinistra dell’entrata. Un prospetto architettonico con timpano e bassorilievi realizzato nel 1400 dallo scultore e architetto italiano Andrea Bregno. Tra gli elementi ornamentali si possono intravedere il battesimo di cristo, due angeli oranti e la colomba dello spirito santo